Google
 

Viterbo - Corso di gala a Ronciglione - Fotocronaca

Carnevale, sfila la fantasia

di Stefania Moretti
Viterbo - 16 febbraio 2009 - ore 1,10

Video - Carnevale di Ronciglione

Gazze ladre, girasoli, dei dell'olimpo, extraterrestri.

Sono solo alcune delle fantasiose maschere del Carnevale di Ronciglione, tornato anche quest'anno a portare musica e colore in piazza.

Due ali di folla hanno sfidato un pomeriggio glaciale per godersi, da dietro le corde, lo spettacolo del corso di Gala. Vale a dire, la grande parata di maschere e carri allegorici che attraversa le vie rinascimentali del paese. Come la tradizione vuole da centocinquant'anni.

Già dal mattino si respirava aria di festa. A cominciare dallo spettacolo in piazza della Nave, messo in scena dal Padiglione delle meraviglie. La combriccola capitanata da Tommaso Valeri (delegato alle politiche culturali del Comune di Ronciglione) ha proposto un “Pinocchio” in dialetto ronciglionese, tutto da ridere, per abituare turisti e non al clima di festa.

Poi largo alle maschere che, nel pomeriggio precedute dalla banda cittadina Alceo Cantiani, hanno sfilato da Corso Umberto I a viale Garibaldi. Alcune accompagnate dai tradizionali carri allegorici. Come “I pinguini”, “Le sirene”, “Il cielo e l’inferno”, “L’olimpo”. Altre seguite da automobili irriconoscibili, addobbate con tulle, cartone, stoffe colorate. E chi più ne ha più ne metta, la parola d’ordine è fantasia.

Del resto, il carnevale ronciglionese è bello proprio perché è vario. Ben 17 i gruppi mascherati di questo 308’ corso di gala, ispiratosi, in particolare, agli animali. Dai pinguini ai piccioni, dalle gazze ladre ai topi… di campagna e di città.

Non sono mancate le maschere tradizionali: angeli e diavoli, marziani e sirene, dei dell’Olimpo e brasiliani. Ma neppure i motivi originali e ricercati. Come le perle, i girasoli, le stelle e persino la pasta.
Tra gli ultimi del corteo, poi, i dormiglioni in pigiama del “Mondo dei sogni”, insieme a “Li pirati de li Carabi” e “Uno nessuno e 100mila”.

“Abbiamo fatto del nostro meglio – dice Luciano Camilli, presidente della pro-loco, che chiude in positivo il bilancio del primo giorno di festeggiamenti -. Volevamo offrire un grande spettacolo ai tanti visitatori che ci hanno dato fiducia oggi e alle 800 persone che sono scese in piazza mascherate. Se il buon giorno si vede dal mattino, possiamo ben sperare fino a martedì grasso!”.

Il carnevale ronciglionese, infatti, è appena cominciato. Domenica prossima, 22 febbraio, si replica con una nuova sfilata.

Le immagini della manifestazione

Continua - Continua - Continua - Continua
Per la pubblicità su la Velina clicca qui o telefona al 3387796471
Istruzioni per l'uso della Velina

I comunicati, le note, gli interventi, le lettere vanno inviati alla redazione in allegato in Word con un riferimento telefonico fisso e nome e cognome del mittenti.

La segreteria di redazione della Velina