Google
 




Viterbo - Fotocronaca

Successo per la notte bianca

di Giuseppe Ferlicca - Viterbo - 20 luglio 2008 - ore 5,05

Il sindaco Marini con la moglie Emanuela Appolloni
Copyright La Velina

L'assessore Purchiaroni con la funzionaria Simonetta Fabrizi
Copyright La Velina

Copyright La Velina

Copyright La Velina

- Buonanotte a tutti. Ovviamente bianca.

Viterbo fa le ore piccole e la festa, seppure nella versione low cost, è un successo. Tanta gente nel centro storico, a migliaia, pochi i soldi spesi dal Comune. Vista l’aria che tira, non poteva essere diversamente.

Ma le occasioni per socializzare e divertirsi non sono comunque mancate. A dare il via ufficiale alla serata, i vigili del fuoco che si sono calati dalla torre dell’orologio in piazza del Comune, srotolando un’enorme bandiera con i colori della città, che ha ricoperto un intero lato della torre.

I festeggiamenti erano però già iniziati dalle 20, quando al corso, gli habituè dello struscio serale hanno cominciato a lasciare il posto ai festaioli per una notte.

Un crescendo di gente. Già dalle 23 muoversi nelle vie e piazze principali cominciava a essere un problema. Mentre ristoranti e pizzerie hanno fatto registrare il tutto esaurito e per un gelato o una bibita fresca, la fila era d’obbligo. Molti i negozi aperti, anche quelli che non ti aspetti, come il supermercato o una cartoleria. Miracoli della Notte Bianca. Dedicata a Falcone e Borsellino, ricordati in uno striscione appeso al terrazzo del sindaco.

Mentre sui palchi sparsi nelle diverse piazze un cartello recitava: “Investi oggi nel tuo futuro”. Un invito alla legalità e a prendere la strada giusta, che però a un primo impatto sembrava più una pubblicità di una polizza vita.

In poco tempo Viterbo ha preso vita. Alle 21.05 è volato via il primo palloncino dalla mano di un bambino. Sarebbe stato il primo di una lunga serie. Ma l’organizzazione è riuscita impeccabilmente a tenere sotto controllo il pianto dei piccoli. Momenti di panico soltanto verso le 21.20 quando in diversi punti del centro, da via Ascenzi al corso, sono stati avvistati gruppi di comunisti. Stupore. Esistono ancora?

Risposta affermativa. Esistono e vendono un giornale “Lotta comunista”. L’allarme è rientrato quando è stato chiarito che non era un boicottaggio di Cuba a Viterbo.

Solo un banale equivoco. La notte bianca è stata scambiata per la notte rossa.

Particolarmente riuscito l’allestimento di alcuni scorci della città. Via Saffi illuminata a fiaccole, piazza della Repubblica diventata un salotto e piazza della Morte trasformata in un ricercato ristorante all’aperto.

Ricca la gamma di proposte. Dalla musica napoletana in piazza del Plebiscito al jazz in via Saffi al karaoke in piazza della Vittoria, passando per l’house in piazza degli Almadiani, i ritmi latini in via San Lorenzo, il cinema e gli spettacoli. Da tutto esaurito il Tuscia Opera Festival con il Requiem di Mozart e gli spettacoli a ingresso gratuito subito dopo.

Al Sacrario circuito di moto ed esibizione d’auto sportive. Tra cui due Lamborghini. Ma guai a superare il cordone. L’addetto alla sicurezza non gradisce. Qualche perplessità a piazza della Rocca. Tinto Brass e i giochi per bambini, poco s’abbinano. Ma così tutta la famiglia è felice.

Ed è felice anche il sindaco. Che ha fatto la festa ai viterbesi senza mandare in bianco le casse comunali.

Per la pubblicità su la Velina clicca qui o telefona al 3387796471
Istruzioni per l'uso della Velina

I comunicati, le note, gli interventi, le lettere vanno inviati alla redazione in allegato in Word con un riferimento telefonico fisso e nome e cognome del mittenti.

La segreteria di redazione della Velina